lunedì 28 marzo 2011

Certificato Medico...

...nel privato formalizzata la fase transitoria.

Fino al 17 giugno 2011 i datori di lavoro privati potranno chiedere ai propri dipendenti, nei due giorni successivi al rilascio del certificato medico, l’invio del documento in forma cartacea.
Poi la procedura cambierà: i datori di lavoro potranno entrare in possesso dell’attestazione della malattia attraverso i canali informatici messi a disposizione dall’Inps.
Questo è quanto chiarito con la Circolare n. 4/2011 dell’Inps che dà attuazione alle disposizioni contenute nell’art. 25 della L. 183/2010.

Fonte: Il Sole 24 Ore.

venerdì 25 marzo 2011

una strategia sbagliata?

Non riesco a capire, ma giorno 14 gennaio 2011 il sindacato (tutto) non aveva rigettato il piano presentato da FdC in quanto non ricevibile per i suoi contenuti che penalizzavano solo il salario dei lavoratori?

E a 70 giorni di distanza la strategia che ha messo in campo il sindacato, ha prodotto solo l’andare a trattare sugli accordi economici che l’azienda unilateralmente aveva disdettato?

E quale è la differenza col non avere accettato da subito il confronto?

Che strategia è? È stata sbagliata nei confronti dell’azienda o della Regione, o è stata giusta nel senso che aveva solo lo scopo di togliere dalle responsabilità chi aveva il compito di vigilare affinché non si arrivasse a tutto ciò, cioè il sindacato?

Io so solo che nel verbale c’è un nulla di fatto, nei confronti della Regione che ha ribadito che non ci sono risorse aggiuntive e che per di più in previsione delle gare l’FdC è innegabile che debba fare una cura dimagrante a cominciare dai costi di gestione, e c’è un nulla di fatto per quanto riguarda la possibilità di evitare che non venga intaccato il salario di secondo livello in quanto giorno 28 c.m. i sindacati cominceranno una discussione di merito (se si discute partendo da 100 è sperabile che un buon risultato sia tornare con 95, cioè comunque di meno).

Ma c’è di più, nella previsione di una discussione di merito chi mette cosa e quanto?

Facciamo come con l’ERAS che chi aveva ha messo e chi non aveva ha avuto? Vogliamo tornare alla situazione ante ERAS? Potrebbe essere una soluzione, e sarebbe di certo facile conteggio per il sindacato per il semplice fatto che basterebbe riprendere lo studio che ha fatto sui territori e che ha determinato la soluzione ERAS.

Ma la mia impressione è che nessuno studio è stato fatto se non quello di Scali che ha prodotto l’andirivieni degli autobus a tutto vantaggio di qualcuno.

E la mia impressione è che nessuno studio si farà se non quello di prelevare dallo Gnù (leggi Operatore di esercizio) le risorse per mantenere in piedi l’azienda ivi compreso Gioia Tauro e company.

L’ho detto, lo dico e lo dirò, a differenza di qualcun altro, non solo a voce (per potere poi negare) ma per scritto in modo che resti.

giovedì 24 marzo 2011

risorse per il Tpl.

accordo raggiunto fra Governo e Regioni sulle risorse aggiuntive per il tpl (425 Mln.), i contenuti dell'accordo tradotti nel decreto legislativo sul federalismo regionale.

ps
Gli altri punti previsti dal nuovo accordo: revisione Irpef dal 2013 e non dal 2011 (possibilità di modificare le aliquote a livello regionale) e rinnovo ammortizzatori sociali in deroga per il 2011-2012.

torna indietro ...



martedì 22 marzo 2011

puzza di truffa.


Non so voi, ma io ho sentito la puzza di truffa oggi a Cosenza sul marciapiedi di Ferrovie della Calabria.

Se il risultato è stato che adesso si è disponibili ad aprire un tavolo di trattativa per discutere sugli accordi disdettati dall'azienda, perché non lo si è fatto più di due mesi fa alla presentazione del piano di impresa?

Farlo adesso, cosa ha fatto guadagnare ai lavoratori?

domenica 13 marzo 2011

festa dei 150 anni.


la giornata del 17 marzo, sarà recuperata eliminando una delle nostre giornate di ferie, così le festività soppresse da 4 diventeranno 3.
invece, la giornata del 25 aprile, che coincide con la Pasquetta, sarà recuperata con un giorno di congedo in più.








giovedì 10 marzo 2011

Tpl e affidamenti_1




Roma: Asstra e Anav chiedono la proroga del periodo transitorio.


Sull'art. 23-bis pende l'esito del referendum abrogativo, atteso in primavera.


Attraverso la nota inviata le associazioni datoriali "auspicano un intervento dei Ministri volto a promuovere l'emanazione del D.P.C.M., previsto come eventuale dalla legge 10/11, e la previsione in tale atto dell'ulteriore slittamento al 31 dicembre 2011 della suddetta scadenza".

martedì 8 marzo 2011

l'imbecilgnorante.


Se pur con molta seccatura debbo riconoscere che una variante dell’ignorante è l’imbecille e contrariamente a un’idea molto diffusa, l’imbecille non è recuperabile (a dir la verità, anche l’ignorante è irrecuperabile).
Su di lui le campagne di prevenzione o le azioni pedagogiche non hanno alcuna presa perché la sua “imbecilgnoranza” è di proverbiale durezza.

lunedì 7 marzo 2011

ricalcolo APA

Contratti di formazione e lavoro

e ricalcolo degli APA

In data 16.02.2011 si è discusso innanzi alla Sezione Lavoro della Corte di Cassazione un ricorso vertente sul riconoscimento del ricalcolo degli APA - aumenti periodici di anzianità - in ragione del periodo di formazione e lavoro svolto.

L'avv. Malena ha incentrato la discussione sulla mancata disamina da parte delle Sezioni Unite nella sentenza n. 20074/2010 del motivo attinente la specialità del rapporto autoferrotranvieri (donde l'esclusione dell'applicazione dell'art. 3, comma V D.L. 726/1984 sul computo del periodo di formazione e lavoro nell'anzianità di servizio). Tanto al fine di tentare di superare il dictum delle SS.UU. senza formalmente contrastarlo.

La comunicazione dell'esito del giudizio - che avrebbe fondamentale rilevanza nel settore autoferrotranvieri, stante la specificità del motivo addotto - è attesa nell'arco dei prossimi due/tre mesi.

domenica 6 marzo 2011

omaggio a Gaber.

il pelo

No, io no. Io sono un uomo felice. Beh, forse la felicità non esiste, diciamo che sono un uomo sereno. Mi basta veramente così poco. Pensate, io non ho niente!

Coro 1: Io non ho niente.

Coro 2: Io non ho niente.

Coro 3: Io ho un pelo!

G: Eh già, lui ha un pelo. Chissà poi cosa se ne fa di un pelo. Lui ha un pelo, e io non ho niente...

Però bisogna ammettere che un pelo... è un pelo. E c’è chi ce l’ha, e c’è chi non ce l’ha... io per esempio non ce l’ho... che a pensarci bene un pelo mi sarebbe anche utile! Eh sì, oggi come oggi uno che non ha un pelo... Bisogna che me lo procuri.

Sì, io devo avere un pelo!

Uhaaaa!!!

Io ho un pelo!

Coro 1: Io ho un pelo.

Coro 2: Io ho un pelo.

Coro 3: Io ho dieci peli!

Beato lui che ha dieci peli! No per carità, io non mi lamento, io il mio pelo ce l’ho...

Certo che uno che ha dieci peli è già in un’altra posizione. Uno con dieci peli ha praticamente risolto... dieci peli sono già una peluria, eh! Bisogna che me li procuri.

Sì, io devo avere dieci peli!

Uhaaaa!!! Dieci.

Io ho dieci peli!

Coro 1: Io ho dieci peli.

Coro 2: Io ho dieci peli.

Coro 3: Io ho cento peli!

Maledizione! Lui ha cento peli, cento, e io sono stanco, distrutto, non ce la faccio più, ma resta il fatto che lui ha cento peli e io ne ho dieci, e dieci peli oggi cosa sono... non sono più niente, sono una miseria.

Coro in sottofondo: Noi abbiamo cento peli. Noi abbiamo mille peli. Noi abbiamo centomila peli. Noi abbiamo un milione di peli.

Devo farcela, devo reagire, anch’io devo avere tanti peli, per me, per i miei figli. Anch’io avrò tanti peli...

Anch’io...

Sì, sì...

venerdì 4 marzo 2011

elogio della pippa


Quando gli va bene li chiamano incapaci, o impediti, ma solitamente sono pippe, schiappe, seghe.

Ce ne sono in ogni sindacato, da quelli cosiddetti “maggiori” a quelli cosiddetti “minori”.

Ma i nostri tre li battono tutti. Sono i tre dell’”Ave Maria”, capaci di ingessare qualsiasi vertenza e capaci delle più formidabili demagogiche teorie.

Sempre i primi ad avvantaggiarsi e i più formidabili nel criticare il lavoro degli altri.

Senza dubbio l’ignorante è quella persona che dimostra di non sapere quello che nella sua arte dovrebbe sapere.

E i nostri tre sono proprio ignoranti.

martedì 1 marzo 2011

quando passa il 25?




Uffa, è un po’ che aspetto ….ma quando passa stò bus?


Per un po’ di storia clicca sulla pagina "25€".